sabato 6 ottobre 2018

L'Altra Italia.

L'altra Italia.
- Girano voci che il Presidente della Repubblica - Mattarella - intende dimettersi perché non condivide le scelte del governo Conte. Sarà vero? Noi pensiamo che lo farà a breve.
Per non essere coinvolto nella rovina economica del nostro Paese. Prende le distanze.
Esistono tante Italie da raccontare. La prima è quella che opera, lavora, si sacrifica, lotta quotidianamente per il benessere di tutti. Poi, purtroppo, ci sono una marea di parassiti.
Delle pensioni abbiamo già scritto: rivedere la legge Fornero, dopo tanti sacrifici e pianti, è una vera tragedia. I conti non tornano adesso, figuriamoci dopo. Nei famigerati #Centri per l'impiego - gestite dalle Regioni - lavorano 8.000 addetti. Che, pur prendendo lo stipendio, non impiegano nessuno. Solo il 3,2% dei nuovi impiegati passano per questi uffici. Quasi un decimo degli impiegati - degli ottomila - sono dipendenti della Regione Sicilia. A questi obsoleti e inutili uffici si affida DI MAIO per elargire il reddito di #sudditanza. Nel D.L. non esistono risorse per la scuola, la ricerca, la Sanità pubblica. Della famosa e sbandierata Flat tax nemmeno l'ombra.
@
L'emergenza vera è un'altra.
Milioni di italiani hanno vissuto al di sopra delle proprie possibilità. Chiedendo soldi in prestito a finanziarie e banche. Comprando tutto a rate: casa, auto, moto, televisore ecc. Quando, in molti, hanno perso il lavoro, si sono ritrovati pieni di debiti e in mezzo ad una strada. Tanti altri cittadini - truffati dalle Banche - hanno perso tutti i loro risparmi di una vita.  Questa marea di gente vaga, inutilmente, da un lavoro in nero a uno precario. Per tirare a campare.
Oltre 500 mila piccole attività hanno chiuso i battenti. I piccoli negozi di quartiere, o di Paese, prima di tutti. Di fronte a questo immenso dramma si dovevano azzerare, prima di tutto e tutti, i #privilegi che, invece, non sono stati toccati.
Frotte di funzionari disonesti, bancari, sindacalisti, politicanti, si sono accaparrati montagne di denaro e immensi privilegi. Non esclusa la Chiesa romana.
Un buon padre di famiglia, quando le cose non vanno, taglia le spese. Non aumenta la #paghetta ai figli.
Non sappiamo se il Presidente Mattarella firmerà ancora queste leggi che decretano un futuro opaco per noi tutti e, soprattutto, per i nostri figli e nipoti.
Il @populismo nefando di pochi personaggi - che tra l'altro non hanno mai lavorato - o svolto alcuna attività - rischia di farci precipitare nell'abisso economico.
Vedi Grecia, Argentina e Venezuela.
Peppe Ricciutelli