venerdì 5 ottobre 2018

Da Romolo a Salvini

Da Romolo a Salvini.
Fu Romolo che divise la popolazione romana in #plebei e #aristocratici.
Da allora, in poi, nonostante guerre, rivoluzioni, ideologie del secolo breve, idealisti alla Che Guevara, nulla è mai cambiato. Con quel folle gesto Romolo diede inizio anche alla cultura del #clientes. Oggi chiamati #seguaci.
Il cliens (pl. clientes), in età romana, era quel cittadino che, per la sua posizione nella società, si trovava ad adempiere ad una serie di obblighi nei confronti di un "patronus", a sua volta obbligato nei confronti del cliente. La relazione si chiamava "relazione di patronato". Tale posizione era talvolta al limite della sudditanza (applicatio) fisica o psicologica.
Premesso quanto sopra, si spiega la necessità dei Patronus Di Maio & Salvini, di accontentare i Clientes ( seguaci ).
Chi li ha votati lo ha fatto con uno scopo ben preciso. Ottenere qualcosa in cambio. Quando Rossella ( ex presidente RAI ) andava al cesso, torme di accattoni lo seguivano per chiedere favori e prebende. Si dovette eclissare progettando uscite di comodo.
Dappertutto, torme di questuanti ( clientes ) ti rompono i coones con i loro veri o finti problemi. Il politicante bravo promette tutto a tutti e se ne frega.
Quando il buon Rocco Salini - ex Presidente della Regione Abruzzo - si svegliava alle 05,30, fuori la porta / a Castilenti / c'erano già frotte di clientes disposti a tutto pur di avere prebende, favori e pensioni non dovute.
Di quale #meritocrazia parliamo? Siamo un popolo di questuanti, di accattoni, di commedianti che, pur di ottenere soldi e potere, siamo disposti anche a entrare a far parte di Fratellanze finto perbeniste. Nella sola città di Pescara esistono 12 Logge Massoniche. Con oltre 11.000 iscritti in attesa di una poltrona. Pescara conta 123.000 abitanti. Significa che uno su dieci è un Massone. Okkupati tutti i posti di potere, ai #Plebei non restano che le attività di contorno. Li chiamano servizi. Ma è una forma di schiavitù celata.
Peccato che, la famigerata Lupa romana, non si mangiò Romolo e Remo.
Forse, la Storia dell'uomo, avrebbe avuto un corso diverso.
Peppe Ricciutelli