domenica 15 aprile 2018

La sofferenza di qualcuno è la sofferenza di tutti.

La sofferenza di qualcuno è la sofferenza di tutti.
- Le scene di guerra, la disperazione di tanti innocenti, dovrebbe far riflettere questa oscena umanità che, invece, si diletta e gode nel vedere morire online migliaia di disperati. Le guerre si fanno per sordidi e segreti interessi. Non certamente per i motivi, conditi di retorica, che vengono dati in pasto al pubblico. Siamo nell'Era più buia. Peggio del Medioevo.
Come sempre ci si divide: - chi fa il tifo per la Russia e chi sceglie il Gendarme del mondo americano. Noi assistiamo, basiti, a questo scempio.
Mentre il Titanic affondava, la gente continuava a ballare.
Ieri, come oggi, come sempre.
G.R.