venerdì 6 aprile 2018

#ITALIA: L'INVIDIA SI RESPIRA CON L'ARIA.

#ITALIA: L'INVIDIA SI RESPIRA CON L'ARIA.
Con le nuove povertà, come scriveva Ignazio Silone in #Fontamara, l'invidia la si respira con l'aria. Il successo elettorale dei 5 Stelle ha un nome #povertà, un cognome #rabbia, e un soprannome #speranzezero.
Per lavoro entro nelle case della gente:- una desolazione senza fine ti assale nel vedere in quali condizioni di vita sopravvivono un terzo degli italiani. Maree di bollette impagate, raccomandate mai aperte, diffide bancarie a rientrare...
- Il Servizio Sanitario nazionale è in tilt. Per una visita specialistica al CUP ti danno 6 mesi di attesa. La gente, dunque, smette di curarsi. Si vive alla meno peggio mentre lo Stato, per salvare le Banche Venete, tira fuori 5 miliardi di euro. Altri 20 miliardi di euro li han trovati per salvare le altre Banche 
( come MPS e Etruria Bank ) che hanno agito come Banditi Messicani.
I Media asserviti non hanno fatto altro che invitare la gente a comprare, a indebitarsi, a ipotecare le loro vite. Il consumismo sfrenato non poteva che portare a questa immane desolazione.
Le Multinazionali scappano dall'Italia portando i loro stabilimenti in Slovacchia, in Albania, in Romania. Lasciando dietro di loro solo disoccupazione e desolazione. Lo Stato, assente di fatto, si limita a constatare.
Per pagare l'immane debito pubblico si stanno svendendo le acque pescose della Sardegna ai francesi e, tra poco, anche qualche isola.
La classe politica che ha governato l'Italia, negli ultimi vent'anni, doveva essere arrestata in toto, processata e giustiziata per Alto Tradimento.
Invece, come sempre, si sono anche dati lauti Vitalizi e pensioni di Platino.
Per quale merito? 
G.R.