sabato 5 agosto 2017

C'era una volta l'America

C'era una volta l'America.
L'Italia, dopo i deserti africani, è il Paese più caldo al mondo. Da circa un mese la vita è quasi del tutto invivibile. In futuro sarà peggio. Di fronte al cambiamento climatico epocale, il personaggio che più di tutti rappresenta l'America di oggi, si ritira dall'accordo universale di Parigi. Continueranno a emettere fumi e a inquinare l'atmosfera. A nessuno importa nulla. Meno che mai a quelli che vivono senza manco sapere che cazzo ci stanno a fare sulla faccia della Terra. Se il lavoro, nel prossimo futuro, sarà svolto esclusivamente dai robot, in piena evoluzione, cosa faranno i 7,5 miliardi di cittadini residenti sul globo? Intanto le auto si guideranno da sole, visto che, ormai, grazie agli smartphone, nessuno è più in grado di guidare. Il lavoro sporco lo faranno i robot che hanno fatto il loro primo passo in China. Telecamere robotizzate capaci di riconoscere 100.000 volti in meno di un secondo. La privacy sarà zero. Ovunque si vada, il Grande Fratello saprà tutto di noi. Anche se andiamo al cesso più spesso. La China, dopo l'America, è la nazione che investe di più nel futuro tecnologico. Gli Italiani? Mangiano arrosticini, bevono birra e giocano a carte. Domani è un altro giorno, pensano tutti.
Donald Trump ci appare come un personaggio biblico. Una specie di anti#Cristo deciso a portare avanti le sue assurde visioni della vita.
G.R.