venerdì 12 maggio 2017

Il dolore dell'addio

Il dolore dell'addio.
Esiste una classifica del dolore? secondo me non esiste. Il mio più del tuo, il tuo più del mio. Il dolore, a volte, può anche unire.
Sdraiati su milioni di lettini, milioni di persone si stanno chiedendo perché la vita, con loro, è stata tanto infame. Entriamo nel mondo del #dolore vero in punta di piedi. Non ci si abitua mai. Nessuno può restare indifferente.
Marta se ne andò, per sempre, in quella lontana vigilia di Natale lasciando un vuoto mai più colmato. La sera mi viene ancora quel freddo alla schiena. E allora, mi affaccio alla finestra e prendo un poco d'aria. Ascolto un pò di musica e me ne vado a dormire. Sperando di non sognare.
Altrove, milioni di persone si chiedono la ragione del loro essere. I danni ereditati dalle persone più care che ti porterai sin oltre la tomba.
Nessuna umanità può essere stata " inventata " con questa complessità. C'è sicuramente da scoprire cosa ci facciamo noi su questa Terra.
Il motivo del nostro cammino; il perché di tanto, immenso dolore.
Oggi ti dico addio anch'io Marta. Ti lascio riposare in pace.
Ci son voluti trent'anni per dirti addio.
G.R.