martedì 10 gennaio 2017

#Profeti & Profezie

#Profeti & Profezie.
Da oltre duemila anni si predica l'imminente fine del mondo; quasi in ogni libro religioso vi è questa profezia che dovrebbe fare giustizia delle iniquità commesse dagli abitanti della Terra. Venti secoli sono tanti, eppure tutto sembra attuale.
La Terra è soltanto un pianeta dell'Universo: stop. Come ci siamo evoluti ce lo racconta la scienza. Restano tanti misteri da risolvere, ma non è guardando al cielo che avremo le risposte. Piuttosto ci dovremmo preoccupare della immane decadenza mentale che affligge il Pianeta. Con la globalizzazione forzata quasi nessuno è esente dal pesante influsso delle comunicazioni e dei suoi effetti.
Qualcuno profetizzava che, quando la tecnologia si fosse così evoluta, come avviene attualmente, avremmo avuto un mondo popolato da deficienti. Da veri e propri zombie con il " dispositivo " sempre in mano.
La fatica di " pensare " è stata messa da parte contando sulle App's. I cervelli, privati di ogni stimolo, giacciono inerti.
Le conseguenze le possiamo vedere ogni giorno: guardando i telegiornali.
Una immane catastrofe dovuta all'ignoranza, al fanatismo e all'avidità dei potenti di turno. 
Dieci anni fa, un certo Steve, presentò un dispositivo che avrebbe cambiato le nostre vite. Lo ha fatto. Ma nel senso peggiore.
G.R.