domenica 8 gennaio 2017

Il #sacco dello stivale


Il #sacco dello stivale.
La crisi economica ha riportato a galla vecchie e nuove povertà. E, con essa, anche uno dei peccati più immondi: l'invidia, che si respira con l'aria.
#Beppe #Grillo, consegnato alla #storia come il #Comico del Malumore, mette in luce tutte le nefandezze del Sistema dal quale, comunque, i suoi eletti non prendono le distanze. Con il tempo si sono assuefatti al " così fan tutti ".
#Mistificazione: significa che, in Rete soprattutto, i fatti vengono mistificati ad uso e consumo di chi li gestisce. Come le #Bufale. Senza controllo alcuno, ogni Verità ha un volto diverso. E, nel tempo, tutto si disperde.
I giornalisti, se vogliono avere un posto di lavoro, devono rispondere a dei requisiti dettati dai loro editori. Ecco perché l'informazione in RAI è completamente drogata. Ogni redazione deve seguire una linea dettata dalla politica. I fatti vengono asserviti. In questo fosco contesto, i pochi che urlano qualche verità, vengono sommersi da merda mediatica. Ci siamo abituati a leggere di tutto. Non riuscendo nemmeno a comprendere il senso di tante bufale. Le ingurgitiamo come fossero pasticche di veleno.
Il " populismo ", come viene chiamato il #Malumore dilagante, ha contagiato una vasta parte dei cittadini che arrivano a rimpiangere ideologie desuete e scomparse dalla realtà. Dal #duemila in poi non esiste più destra o sinistra. Non esistono nemmeno più i fascisti e i comunisti. Esistono l'economia e gli affari.
Esiste il benessere e la povertà dilagante. Esistono i privilegi assurdi e le maree di leggi inutili che nessuno rispetta.
L'Italia ha un debito pubblico che è immane; infinito. Che cresce di giorno in giorno come se, chi lo gestisce, sapesse già di non doverlo mai pagare.
Banche, Poste, Assicurazioni, Grandi Aziende la fanno da veri padroni. E, quando crollano, per inefficienze e ruberie, lo Stato chiama i cittadini a risanare i loro conti. Tirandosi fuori da ogni responsabilità.
E' un vero miracolo che qualcosa ancora riesca a funzionare. Come la Sanità pubblica che, seppur stesa da provvedimenti e saccheggi, sopravvive grazie alla volontà di chi ci lavora e ci mette tanta buona volontà.
Il resto è tristemente noto. Ognuno si porta il suo fardello addosso e non si riesce a vedere nessuna luce in fondo al tunnel.
G.R.