lunedì 21 agosto 2017

#Terroristi?

#Terroristi?
- Oramai, qualsiasi gesto non politicamente corretto, viene chiamato con questo assurdo nome. - Avrebbero, gli africani, ben altre considerazioni da fare sull'opulento Occidente. A cominciare dalla tratta feroce degli schiavi che, per millenni, hanno subito. Come hanno subito le più feroci e bieche violenze da paesi come il Belgio, il Portogallo, la Spagna, l'Inghilterra e, infine, l'Italia a caccia di presunti imperi. Per non parlare delle stragi di milioni di neri in Sud Africa e Rhodesia. Oltre al Congo: 10 milioni di congolesi uccisi da parte del re del Belgio di quel tempo miserabile. Il sacco delle risorse del suolo, diamanti, oro, petrolio, animali ecc. Se solo fossero a conoscenza della Storia, dai Romani ad oggi, ci dovrebbero sputare in faccia. L'Occidente ha costruito il suo Potere, la sua Opulenza, facendo stragi immani e rubando risorse alla povera Africa.
Invece, questi fanatici addetti al Terrore, lo rivendicano in nome di una religione che non c'entra assolutamente nulla con le loro rivendicazioni. Tutte le religioni hanno sfruttato l'ignoranza, i pregiudizi, la miseria mentale dei popoli per inculcare concetti arcaici che privano l'uomo di ogni libertà. Difatti tutto è peccato. Anche scrivere questo post. I giovani che, per odio indotto, spargono il Terrore in tutto l'Occidente sono, prima di tutto, privi di ogni conoscenza. Molti di loro, dopo aver tentato di diventare occidentali, e non esserci riusciti, si vendicano usando una religione universale come giustificazione di gesti indotti solo da una assoluta ignoranza. Gli Occidentali sono rei di ben altri peccati; e se la loro serenità viene messa in discussione in questo scorcio di millennio forse, a loro insaputa, vendicano mille anni di soprusi e ruberie. Chi mai in Occidente, di fronte alle stragi commesse in Africa, dagli Stati sopra citati, ha mai speso un solo minuto per sentirsi partecipe? Chi mai ha inviato una nota di dolore?
Sono contro ogni violenza; a prescindere. Ma, da studioso della storia dell'uomo, non posso che sentirmi basito per quanto accade.
Nessuno ricorda o vuole ricordare. Tutti vogliono vivere sereni e felici a prescindere. Non si può pretendere tutto questo solo facendo finta di ignorare a come siamo arrivati a tutto questo scempio.
G.R.



martedì 15 agosto 2017

Pink Floyd - Learning To Fly (Official Music Video)

Lucio Dalla - Caro amico ti scrivo


#Domande
cruciali.
Che
cos'è l'Apocalisse? 
-
E' quando muoiono tutti perché #Dio ha detto stop.
-#Vi
ho dato un Pianeta bellissimo e voi l'avete ridotto una merda.
@
Quando
sei assetato non sperare che piova. Ragiona e cerca una soluzione.
Chiediti:
dove posso procurarmi dell'acqua potabile? E' inutile sperare di
trovare una bottiglia in un deserto. Le speranze lasciale ai
#disperati.
Esistono
le domande ed esistono le risposte. Gli essere umani sono capaci di
trasformare un problema in una soluzione.
G.R.










Massimo Bizzarri ferragosto

Edito agosto 2017

 
Edito agosto 2017
La direzione che prende la nostra vita, dipende più dai nostri pensieri e dalle nostre parole che non dalle decisioni del governo e da come queste influiscono sull'economia. Si, noi viviamo nel Sistema, ma questo non significa che dobbiamo buttarci nella lotta per ogni euro , né andare in panico perché non sappiamo chi si prenderà cura di noi. Oggi non c'è meno denaro nel mondo di quanto ce ne fosse un tempo, ma per scelta abbiamo sviluppato una concezione molto negativa che, se  tutti gli altri stanno sostenendo una lotta, allora dobbiamo lottare anche noi. Questo è un luogo comune, come il credere che vecchiaia significhi malattia. Non é vero. Molti anziani non sono per nulla malati, perché non hanno mai progettato di esserlo.
Quali sono i vostri progetti? Vale la pena saperlo.
N.B.
Gli indiani che vivono a contatto con la natura e con chi la governa non vivono nell'oscurità.
G.R.
 
 
 

sabato 5 agosto 2017

C'era una volta l'America

C'era una volta l'America.
L'Italia, dopo i deserti africani, è il Paese più caldo al mondo. Da circa un mese la vita è quasi del tutto invivibile. In futuro sarà peggio. Di fronte al cambiamento climatico epocale, il personaggio che più di tutti rappresenta l'America di oggi, si ritira dall'accordo universale di Parigi. Continueranno a emettere fumi e a inquinare l'atmosfera. A nessuno importa nulla. Meno che mai a quelli che vivono senza manco sapere che cazzo ci stanno a fare sulla faccia della Terra. Se il lavoro, nel prossimo futuro, sarà svolto esclusivamente dai robot, in piena evoluzione, cosa faranno i 7,5 miliardi di cittadini residenti sul globo? Intanto le auto si guideranno da sole, visto che, ormai, grazie agli smartphone, nessuno è più in grado di guidare. Il lavoro sporco lo faranno i robot che hanno fatto il loro primo passo in China. Telecamere robotizzate capaci di riconoscere 100.000 volti in meno di un secondo. La privacy sarà zero. Ovunque si vada, il Grande Fratello saprà tutto di noi. Anche se andiamo al cesso più spesso. La China, dopo l'America, è la nazione che investe di più nel futuro tecnologico. Gli Italiani? Mangiano arrosticini, bevono birra e giocano a carte. Domani è un altro giorno, pensano tutti.
Donald Trump ci appare come un personaggio biblico. Una specie di anti#Cristo deciso a portare avanti le sue assurde visioni della vita.
G.R.


venerdì 4 agosto 2017

L'Era dei Chiachill'

L'Era dei Chiachill'.
Non più uomini e neanche caporali; solo omme' è mierda. Gente senza onore, senza dignità, senza neanche sapere che cazzo ci stanno a fare sulla faccia della Terra. Saranno gli smartphone, la tecnologia, la vita infame ma, lo stato delle cose, è ormai questa desolante umanità. Non si rispettano impegni, appuntamenti senza manco fare una telefonata. Ci si è adattati al peggio.
Sarebbe oltremodo necessario rimettere in auge un provvedimento di Romana memoria:
Damnatio memoriae è una locuzione in lingua latina che significa letteralmente condanna della memoria. Nel diritto romano indicava una pena consistente nella cancellazione della memoria di una persona e nella distruzione di qualsiasi traccia che potesse tramandarla ai posteri, come se non fosse mai esistita.
Mai come oggi sarebbe necessaria questa legge universale per i
Chiachill' e  gli Omminicchi. Un vero esercito.
G.R.


lunedì 31 luglio 2017

#Microsoft: l'Azienda più antipatica al mondo.

#Microsoft: l'Azienda più antipatica al mondo.
Agire in regime di monopolio ( o quasi ) sulla terra deve essere gratificante per chi vive di rendita. Non certamente per gli utenti forzati costretti a continui aggiornamenti ( inutili ) che, tra l'altro, ti modificano le impostazioni e, di conseguenza, ti costringono ad un continuo e superfluo lavoro.
Microsoft è, certamente, l'Azienda più antipatica sulla faccia della Terra.
E, come tutte le aziende made in U.S.A., tende solo a fregarti tempo, denaro e quanto altro. Una #Mission comune a tutte le imprese che vivono del #Nulla.
G.R.


domenica 30 luglio 2017

OLTRE IL SOCIAL NIENTE.

#OLTRE IL SOCIAL NIENTE.
Abituati dai social, dalle App's, dai Messenger, a editare gratis le nostre sensazioni, abbiamo voluto fare un test.
Il risultato è davvero sconvolgente: fuori dai social, dalle chat di gruppo, dai vari Messenger, non esiste nulla. Nessuno spende più neanche un centesimo per un sms o una telefonata. Quella pubblicità che diceva: - una telefonata ti allunga la vita è stata archiviata. In un mondo dove tutto è gratis, anche i sentimenti, i ricordi, le emozioni, sono affidate al Nulla della Rete.
Si vive al momento; al cogli l'attimo. Emozioni da poco...o addirittura...
G.R.

sabato 29 luglio 2017

Zucchero - Oltre le rive

Quando Sarai Lontana - Lorenzo Jovanotti Cherubini

25 anni in rete

25 anni in rete.
Il primo sito sorto in Abruzzo fu quello di Air One. Il secondo quello di Ricciutelli Brokers. Sono passati oltre 25 anni. Di nessuna, delle due aziende, vi è oggi traccia. Tirando le somme di questa esperienza, non posso che maledire chi ha inventato il Sistema. Lo ritengo il più grande dei crimini commesso contro l'umanità. I risultati sono sotto gli occhi di tutti. Di contro mi sono fatto solo un sacco di nemici. Come quando, a Radio Adriatica, l'editore, ascoltando la mia " nota del giorno " mi diceva:- vedo, con piacere, che anche oggi ci siamo fatti un nuovo nemico. Basta dire la Verità e hai tutti contro. Anche quelli che vorresti svegliare dal quel torpore atavico che li rende schiavi e succubi di pregiudizi.
Il mio numero di cellulare è sempre lo stesso: il secondo emesso in Abruzzo: +39337915636. Da questo numero ricevo sempre e solo merda.
25 anni di ricatti, minacce, furti e quanto altro.
Grazie.
Giuseppe Ricciutelli


giovedì 27 luglio 2017

RETE#CIOFECA

RETE#CIOFECA
Il recente attacco informatico subito da #Unicredit dimostra che, la Rete tanto sbandierata, rimane sempre saldamente in mano alla canaglia. Le anagrafiche dei clienti, e i dati rubati, saranno venduti al miglior offerente: cioè ai delinquenti di tutta la Terra. Che ne faranno un uso criminale. Virus e antivirus sono frutti della stessa organizzazione. Non servono a niente. Non proteggono nulla e nessuno. Solo una presa per i fondelli per alimentare un mercato enorme che rende miliardi di dollari al giorno ai " Soliti Noti ".
Tutto è stato programmato, studiato, per rendere Il Sistema vulnerabile.
Così da alimentare un mercato infinito di ruberie, truffe e quanto altro.
G.R.


mercoledì 26 luglio 2017

Un maledetto giorno da infami

Un maledetto giorno da infami.
L'infamia regna sovrana in questo Paese; lo so perfettamente ma, grazie alla mia ingenuità, ci riprovo. Ho qualche pratica da sbrigare. Parto consapevole. So che mi troverò di fronte a degli infami, dei buoni a nulla, di gente inetta, cinica, bara. Arrivo pieno di buon umore all'INPS di Atri. La signora che deve visionare la pratica non ha nulla da eccepire però!!! Con la faccia come il culo, un sorriso sardonico, mi dice: - vado in direzione e torno. Passano 47 minuti e io attendo. Sento parlare di tutto tranne che del mio problema. - Ritorna con il suo sorriso da persona repressa, privata di ogni gioia dalla vita, e mi dice: il programmino non funziona, deve andare ad un Patronato. La mia prima reazione è che la voglio scannare. Voglio vederla appesa ai pali della luce. Mi contengo a stento e dopo averle augurato ogni male possibile scendo a Roseto Via Pineto.  Ritrovo il Patronato in una via trafficatissima. Parcheggi zero. Mi faccio 2 km a piedi.
Entro e chiedo, per cortesia, se mi possono risolvere il problema. Attenda...
Dentro l'unico ufficio aperto al pubblico ci sono due donne; mi dicono che stanno parlando dalle ore 09,17. Ora solo le 12.05. Tre ore...
Mi affaccio una, due volte e se ne fregano. Parlano di ragazzi con piselli insufficienti alla loro bisogna, di auto da pagare a rate, Centri Commerciali convenienti, locali dove si acchiappa di sicuro. Parlano di Centri Estetici, di massaggiatori muscolosi, di godimenti ecc. 
- Rassegnato, dopo averle mandato affanculo, mi riavvio verso casa.
Pertanto: il mio Rosario aggiornato.
Stato di Merda: vaffanculo.
Padri di questa Patria di Merda: andate affanculo.
Sindacati e Patronati. Vaffanculo.
Signori del 27 del mese: siete una massa di cinici, bari, inetti, nulli.
Fate rimpiangere Mussolini, Hitler, Stalin, Somoza, Pinochet.
Avete fatto di questo Paese " Terra Bruciata ".
Che Dio vi Maledica per sempre e sempre.
G.R.


Cirone dixit

Non vi lascerò poltrire, perché la pigrizia alimenta la scontentezza, la cattiveria, la malizia e la maleducazione.


martedì 25 luglio 2017

IL DISINCANTO

IL #DISINCANTO.
Il male endemico, della nostra epoca è la mediocrità. Essa è uno spettacolo che non rende felice nessuno degli spettatori, tantomeno chi è incaricato di recensirlo. Puoi scriverne male due, tre, dieci, cento volte. Ma poi ti stufi.
Quando ho cominciato a stancarmi - chiudendo Radio Adriatica - ho compreso che la mediocrità è un'arma micidiale nelle mani dei politici. La più perfetta nei confronti di chi dovrebbe tenerli d'occhio. La mediocrità attenua la rabbia di chi ti è contrario, ne soffoca la fantasia critica, gli uccide la voglia di venirti addosso.
Non è più il tempo di sprecare parole.
G.R.


lunedì 24 luglio 2017

#Abruzzo: impera la #canaglia

#Abruzzo: impera la #canaglia.
Quante battaglie per non far chiudere i piccoli ospedali; veri centri di Potere occulto e di mafie locali. Per farmi medicare un dito ( incidente da lavoro ) ho dovuto girare tutti i pronto soccorso e gli ospedali d'Abruzzo. Solo a Sulmona ho trovato qualcuno che si è preso la briga di curarmi. A pagamento.
Atri, Penne, Popoli ecc. vanno chiusi all'istante. L'Ospedale di Pescara va riformato. Adesso.
Gli Illuminati Vili Massoni che reggono O' sistema, sono delle vere e luride canaglie. Come il popolo bue che li segue e li osanna.
MALA TEMPORA CURRUNT.
CRIMINALI !!!


sabato 22 luglio 2017

#Quel treno per Pescara

#Quel treno per Pescara.
Erano anni che non prendevo un treno. A Bologna sono costretto a cercare il modo più rapido per tornare a Pescara. Faccio il biglietto e il treno è stracarico di gente di ogni specie. Tutti a smanettare i loro congegni senza mai alzare gli occhi. Puoi anche crepare: non se ne accorgerà nessuno. Quelle facce di merda mi ricordano...quando c'erano i fanatici rossi, sempre con la furia al culo e cattivi come la merda dei carcerati. Poi i superbi che viaggiavano in testa ai cortei, tanto impettiti da tagliare l'aria con le chiappe. Costoro presumevano di sapere tutto; persino come si soffia il naso alle galline. Infine c'erano i fanfaroni che, con le loro ciance, arruolavano i più stupidi. Penso che ho speso una vita intera a difendere i diritti di questa sottospecie umana. Li vorrei vedere tutti giustiziati. A stento, con il contributo fattivo del capotreno, trovo un posto a sedere. Con la febbre a 39, tutto sudato, appena operato alla mano, mi rendo conto, finalmente, in che mondo vivo.
G.R.


domenica 16 luglio 2017

Io ti ricordo ancora...

Io ti ricordo ancora...
Esisteva, per noi, una preda che volevamo catturare ad ogni costo. E che c'importava ben più di qualunque ragazza: il sapere, la conoscenza, la cultura.
Anche per non finire nel girone più abietto: i pelandroni, gli appassionati di niente, quelli che battono sempre la fiacca e che si alzano dal letto a mezzogiorno. - Sapere e conoscenza hanno un suono vecchio, mentre la cultura fa arricciare il naso ad una marea di gente, mi dicevi sempre sottovoce.
Mi manchi davvero tanto Teresa carissima. Hai lasciato un vuoto immenso che stento a colmare fingendomi indaffarato.
La Tua amicizia è stato il dono più bello che ho avuto.
G.R.



Il mio piccolo mondo antico

Il mio piccolo #mondo antico.
Vivo in in mondo ( tutto mio ) dove la gente normale scopre la propria felicità in un piccolo benessere conquistato, in un amore speciale, in una canzone indimenticabile o in un libro letto con passione.
Il marasma sociale, dove tutti danno il peggio di se stessi, mi è ignoto.
G.R.


venerdì 14 luglio 2017

#LADRI AUTORIZZATI

#LADRI AUTORIZZATI.
WIND -TRE Russo Cinesi - VODAFONE inglese - TIM francese.
Avendo compreso che gli italiani ( colonia ) sono schiavi degli smartphone, le Tre Sorelle hanno fatto " cartello ". La gara è a chi può fare peggio.
Rubano alla peggio di dio sotto lo sguardo indifferente di chi dovrebbe tutelare i cittadini e, invece, è colluso con i Ladri: lo Stato inetto e baro.
Ad un ragazzo di 17 anni, Wind + TRE hanno avuto il coraggio di rubare 65 euro per 5 giga mensili. Se vuoi puoi cambiare operatore.
Tanto, siamo tutti uguali: cioè Ladrones.
Ci dovremmo organizzare e fare lo sciopero totale dei cellulari.
G.R.

HELP #SVEZIA

HELP #SVEZIA
Le autorità svedesi hanno alzato le mani; si sono arrese. Con l'immigrazione senza controllo, le città svedesi sono sotto il dominio di oltre 200 gang criminali che armano oltre 5.000 delinquenti incalliti. In tanti quartieri la polizia è out.
Stoccolma è una di queste città che ricorda la Chicago degli anni 30.
Tra qualche tempo, visto l'arrivo continuo di manovali del crimine, anche l'Italia sarà una landa desolata.
Chi dovremo ringraziare per non poter più uscire di casa?
G.R.


I FIGLI DELLA RETE


VUOTI A PERDERE. SENZA ALCUN VALORE. SONO I FIGLI DELLA RETE.
ALTRO CHE DIO MINORE.
 IN QUESTO CONTESTO NON ESISTE CHE IL #NULLA.
Chi dobbiamo ringraziare per tante nefandezze?

lunedì 10 luglio 2017

#Politicantes: traditori della Patria

#Politicantes: traditori della Patria.
In considerazione degli enormi danni procurati al nostro Paese, a tutti quelli che hanno vissuto di politica, negli ultimi 25 anni, andrebbero confiscati beni mobili e immobili, revocate pensioni e vitalizi e condannati, sino alla morte, a svolgere lavori socialmente utili. In cambio, soltanto, di vitto e alloggio comuni.
G.R.


Noi, gente del sud...


La storia, quella raccontata sui libri di testo, scritta dai presunti vincitori, è un insieme di menzogne.
I nomi che risultano " eroi " del Risorgimento, sono dei veri criminali. D'Azeglio scrisse " il libro cuore "  ma era, in fondo, un vero assassino della Verità.
Massoni intemerati e servi della Perfida Albione come Cavour, Garibaldi, La Marmora, Mazzini, Nino Bixio, adornano le nostre strade con i loro cartelli di marmo. A imperituro ricordo di tanta infamia. Dopo l'invasione dei presunti Mille, con la scorta di navi francesi e inglesi, i #fratelli d'Italia fecero il vuoto. Peggio dei romani: volavano la pace, sterminarono interi popoli. 
Milioni di cittadini del sud furono massacrati, incarcerati, derubati. Oltre dieci milioni di essi, dopo il 1861, furono costretti a emigrare.
Non risparmiarono nemmeno l'Abruzzo: paesi interi come Scurcola furono incendiati e, nel teramano, oltre mille #briganti furono fucilati.
Per non parlare di Civitella del Tronto: dopo la resa dei combattenti, quando avevano pattuito il tutto con la sola consegna delle armi, furono tutti fucilati dai baldi piumati piemontesi. Un eccidio.
Dopo oltre 150 anni, la Storia vera emerge dagli armadi e grida giustizia.
G.R.

Max Gazzè - La Vita Com'è


Vasco Rossi - Ogni Volta


venerdì 7 luglio 2017

Dieta anticancro

La dieta anticancro di Umberto Veronesi
Umberto Veronesi, direttore dell’Istituto Europeo di Oncologia, studiò per anni quale relazione legava cibo e cancro. Il suo metodo fu dichiarato innovativo. La dieta anticancro da lui elaborata si prefigge come obiettivo la prevenzione dei tumori attraverso un consumo più coscienzioso dei diversi alimenti che la natura ci offre. In sostanza, la sua dieta non si allontana nettamente da quella mediterranea, ma è supportata da ulteriori regole.
1. Il consumo di frutta e verdura
Frutta e verdura dovrebbero venire consumati molte volte al giorno per il loro concentrato di benefici. Per quanto riguarda la frutta i momenti migliori sono la mattina e lo spuntino pomeridiano, lontano dal pranzo per non provocare una fermentazione intestinale, ma anche prima dei pasti per eliminare il senso impellente di fame. La verdura, invece, non dovrebbe mai mancare a pranzo e cena.
2. I cereali integrali
Un altro alimento che non dovrebbe mai mancare sono i cereali integrali, tra cui riso, quinoa, amaranto, grano, orzo, farro, molto importanti da inserire nella dieta grazie alla loro azione preventiva nei confronti di malattie come ictus e infarto. Regola fondamentale, però, è quella di variare sempre il tipo di cereale senza esagerare nelle dosi.
3. La frutta secca
Ogni giorno si dovrebbe consumare un’adeguata porzione di frutta secca ricca di omega 3. La dose consigliata è di 30 grammi giornalieri di noci, mandorle, nocciole, arachidi, pinoli o anacardi, in grado di apportare elementi nutritivi quali i grassi insaturi, proteine di alta qualità, fibre, vitamine e minerali utili per contrastare malattie come il diabete, cancro del colon, l’ipertensione e la sindrome metabolica.
4. Bere molta acqua
Elevate quantità d’acqua nell’organismo ogni giorno aiutare a depurare l’organismo dalle scorie e dalle sostanze tossiche. Inoltre, bere la giusta dose d’acqua giornaliera, circa 2 litri, aiuta a mantenere la giusta idratazione del corpo, a stimolare il metabolismo e a rafforzare il sistema immunitario.
5. L’olio d’oliva come unico condimento
L’olio d’oliva è l’unico condimento possibile sulla tavola. Inoltre, il suo utilizzo dovrebbe essere a crudo per evitarne la tossicità. È dimostrato che l’olio d’oliva, se consumato regolarmente e nella dose consigliata di 3 cucchiai al giorno, riduce il rischio cardiovascolare, oltre ad avere numerose proprietà cosmetiche, curative e nutrizionali.

giovedì 6 luglio 2017

Fotoritratto di un omme' de mierda


- Era così tirchio, avaro, che non mangiava per non andare a cagare e consumare la carta igienica e l'acqua dello sciacquone. Speculava su ogni cosa e, nei momenti di vera gioia, godeva nel vedere la gente morire di fame. Non pagava il canone Rai e non figurava in nessun elenco di contribuenti. Era il suo vanto. Però, quando le disgrazie, le guerre, mostravano il dolore altrui, godeva come uno scellerato figlio di una battona.
Aveva la foto di Hitler sul comodino e una frase gigantesca adornava la sua parete lato est: - La Patria ha il diritto di pretendere da ognuno qualsiasi sacrificio. Ordino perciò che ogni persona capace di tenere un fucile in mano venga immediatamente chiamata alle armi e inviata a combattere il Nemico indipendentemente dall'età e dalle condizioni di salute.
Adolf Hitler 23 settembre 1944
@

Le Idi di luglio 2017

Le Idi di luglio 2017.
Google ci comunica che il nostro sito non è adatto per i dispositivi mobili.
Non ce ne frega una beata minchia; l'esperienza della Rete è finita. Da un pezzo.
Alla fiera della vanità mondiale non abbiamo mai partecipato. Ci sovviene il grande Eraclito a erudirci sui mali delle anime. Da Facebook, che è diventata una latrina a cielo aperto, a Instagram: dove la gente vive per fotografarsi e dire: guardate dove sto, con chi sto e quanto sono fregno.
L'Io prevale su tutto e tutti e, ognuno, tira fuori il peggio di se.
Noi ci siamo tirati fuori da tanto tempo.
G.R.

domenica 2 luglio 2017

La Rete e le nostalgie...

La Rete e le nostalgie...
- Prima di questo millennio, le trovavi #scritte sui muri dei cessi. Era il risentimento che cova nell'animo di chi si sente penalizzato. A torto o a ragione.
Si vive con un senso di #nostalgia che confina con lo smarrimento. Così il passato è la disperata via di fuga di un Paese stupido e istupidito che si traveste e insegue l'Utopia. In faccia alla ferocia senza grandezza del turpiloquio di #Grillo e in risposta alla Rete dove è sempre pronta la pattumiera per smaltire ogni risentimento.
Solo il il tempo e la nausea del presente stanno rendendo rassicuranti gli amori di un passato che non può tornare.
Umberto Eco confessò di provare nostalgia per gli orribili anni '40.
Quando si tremava di freddo e di paura.
Qualcuno, addirittura, rimpiange il #Berlusconismo che, dopo 23 anni, non riesce a uscire dalla storia.
La Rete ha tradito e deluso tutti; soprattutto quelli che l'hanno progettata in un modo così orribile da pentirsene amaramente.
G.R.


Streets Of Pescara+

Streets Of Pescara+
1 Luglio 2017 - Sembra proprio il Sabato del villaggio.
Locali e ristoranti presi d'assalto, migliaia di persone con il bicchiere sempre pieno in mano. Locali che nascono e muoiono in poche settimane. Il centro della città invaso, come sempre, da quelli della #movida. Ti chiedi, per forza, di quale crisi parlino i giornali. Il contrasto ti arriva il lunedì mattina; frotte di persone che si avviano verso l'Ospedale civile. Farmacia dell'Ospedale assediata da migliaia di utenti gravemente malati. Volti emaciati, tristi, senza speranza. Le periferie, San Donato, Rancitelli, Fontanelle, Zanni hanno un loro decorso. Sembrano quartieri isolati dal resto della città. Un mondo a parte. La droga gira a fiumi andando ad arricchire i soliti noti. Il malessere viene nascosto, isolato, chiuso dentro una stanza pieno di aghi sporchi di sangue. Quello che si vede, e che conta, è in via Cesare Battisti e zone adiacenti. Il resto è oscurato.
Sei basito da tanta volgarità; ragazzine in short ( 24 ore su 24 ) che fanno pena.
La moda le ha accomunate ad un miserabile destino. 
I volti della gente che s'ingozzano dentro i ristoranti sono lividi e trasudano miseria. Quei soldi #maleguadagnati spesi per darsi un contegno. Farsi vedere.
Arrivano, a frotte, le #ragazze della notte. Pronte a regalare un brivido a chi non prova più niente. 
G.R.


Vasco Rossi - Ogni Volta

sabato 1 luglio 2017

Il regno degli imbecilli

Il regno degli imbecilli.
Milioni e milioni di cittadini italiani si sono arresi; non vanno più a votare, non s'informano e non vogliono nemmeno sapere da chi sono governati. #Missione compiuta da parte dei #Massoni #Affamatori che hanno speso tante energie a questo scopo. La rincorsa al Potere vede al primo posto una congrega di veri mascalzoni che si cambiano spesso la maglietta ma restano sempre e comunque dei Lazzaroni. A rincorrere questi ex figli di Stalin ecco la neo #Armata Brancaleone. Una specie di movimento che accomuna tanti ex di tutto. Una occasione per tanti disoccupati per trovare un lavoro. Con la loro totale inesperienza, le loro croniche incapacità, sono lo specchio di una nazione agonizzante. Quando stai per tirare le cuoia credi a tutto. In questo neo Far West anche il contrabbando di immigrati diventa un business. 
Le banche falliscono perché erogano i loro soldi sporchi solo agli Amici degli Amici ( senza garanzie ). Questi #percipienti falliscono sapendo bene che a pagare saranno gli Imbecilli di sempre:- i cittadini onesti.
Onestà, parola desueta e cancellata dalla Treccani. #Trecento aziende fingono di venderti gas e elettricità. Ti vendono solo le bollette; artefatte. Non sai a chi rivolgerti? Prova a chiamare uno dei tanti Carrozzoni che dovrebbero tutelare il cittadino. Paghi la tassa perenne sull'Esistenza. Farebbero meglio a fondersi: Stato + Mafia + Massoni Infami. Una Tassa Unica per tutti i cittadini. La Tassa perché esisti, vivi e respiri. Un nuovo Medioevo. Una vasta marea di Nuovi schiavi e pochi Signorotti con i loro servi.
Nulla è cambiato; nulla cambierà mai. Tranne una pausa: quella della Rivoluzione Francese in cui, per la prima e unica volta nella storia, nobili, politicanti, preti e esponenti del clero, vennero giustiziati.
Ma, l'erba cattiva, non muore mai.
G.R.


venerdì 30 giugno 2017

#Niente di nuovo sul fronte occidentale?

#Niente di nuovo sul fronte occidentale?
Italia#Kaputt
Vista da lontano, tramite i media assimilati ai poteri infami, la nostra penisola sembra una gabbia di matti dove tutti fanno quello che vogliono. Dagli Alti Prelati #pedofili all'ultimo dei migrantes che, grati di tanta accoglienza, cagano ovunque. Nessuno sa, in Italia, quanto si deve pagare un KW/h o un metro cubo di gas naturale. Il 75% degli utenti italiani è stato vittima di una o più truffe. Con la benedizione dei Poteri Infami. L'unione tra TRE e WIND doveva portare un vento nuovo. Unico risultato: il caos. Tariffe stravolte, caos della rete, comunicazioni di aumenti a raffica. Unilaterali. Alitalia chiude e non chiude. Perde un milione di euro al giorno. Le Banche crollano e pagano i cittadini.
Eppure...questo Carrozzone tira innanz'. 
Come fate a non incazzarvi come delle jene?
G.R.


mercoledì 28 giugno 2017

Com'è lontano questo lontano...


Com'è lontano questo lontano...
- Dopo due anni - intensi - passati a bordo, arrivò il giorno dello sbarco. La ferma di leva era finita. Due anni della tua vita su quella nave dal nome glorioso. Convivere in poco spazio, per 550 persone, è dura. Ma, almeno in Marina, ognuno ha il suo compito, il suo spazio, la sua cuccetta. La gioia di tornare a casa mitigata dall'amarezza dell'addio. Il burbero comandante se ne stava nella sua postazione; abituato a questo cambio continuo di personale cercava di non affezionarsi a nessuno. Anche i vari Capo Reparto erano dello stesso avviso.
Quando scesi la scaletta mi trovai di fronte un uomo in abiti civili. Non lo riconobbi subito, l'avevo sempre visto con la divisa; Il cappello, gli occhiali.
Cercando di non guardarmi negli occhi, mi abbracciò con forza e mi disse che era onorato di essere stato il mio maestro. - Mi mancherai, e sono sicuro che non ci vedremo più. In due anni mai un sorriso, una parola dolce. Mai una pacca sulle spalle. E ora era lì, con due occhioni lucidi. Ricambiai l'abbraccio e volevo dirgli tante cose, ma le parole restarono dentro.
Capo #Voena se ne andò da questa terra qualche mese dopo. Sapevamo che odiava andare in pensione e fece in modo di non arrivarci.
Nessun funerale, nessun avviso, nessuna notizia. Se ne andò come aveva sempre vissuto: con dignità e in silenzio.
Com'è lontano questo lontano, questa sera, Capo Voena?
G.R.

martedì 27 giugno 2017

Il dolore dell'addio


- Arriva sempre, o quasi, il momento che devi fare i conti con te stesso. E, allora, ti scorrono davanti agli occhi, come fosse un film, le immagini salienti che ti hanno portato al punto di non ritorno; in cui stai vegetando. Se la fortuna è anche, e soprattutto, nascere in un posto piuttosto che in un altro, molto dipende anche dalle tue origini. Con cui devi fare i conti per tutta la vita.
E se, per un certo periodo di anni, l'ascensore sociale ti ha permesso di salire qualche gradino, da molto tempo tutto si è bloccato. Diceva Rodotà, vedendosi a Striscia la notizia: - studi tutta la vita e poi diventi famoso grazie al Gabibbo.
Una serie imperdonabile di errori, molti dovuti alla gioventù, ti hanno messo nelle condizioni di correre con l'handicap. Quelle distanze sono rimaste. Intatte.
Non sono mai riuscito a comprendere, per esempio, in cosa consistesse l'alto pensiero politico di personaggi come Berlusconi. Ma non credo che sia la cosa, di lui, più importante. Come non credo sia essenziale - per vivere - comprendere quali valori si nascondono dietro certe leggi che sono solo un paravento per nascondere crimini e criminali di Stato.
Arrivato l'autunno della vita ti senti fregato; hai creduto, hai voluto credere e ti hanno usato nel modo più volgare. Ora ti accorgi che sei sempre stato solo.
Dall'inizio, in quel borgo chiamato "Case Nuove", alla fine del tuo cammino. Anche la città di D'Annunzio, che ti ha accolto, dato un lavoro, una vita nuova, una speranza, ti ha voltato le spalle. Sei solo. Come sempre. Circondato da migliaia di persone in una solitudine sconfinata. In un deserto di valori sopravvivi a stento. Hanno fatto in fretta a dimenticarti. Guai ai vinti.
G.R.

domenica 25 giugno 2017

Pescara, la sua storia..


La storia di Pescara è poco conosciuta ed alcuni momenti del passato sono ancora avvolti nell'oscurità. Non di meno, le origini della città sono antiche e legate alla posizione geograficamente favorevole come raccordo delle vie di comunicazione tra l'antica Roma e l'area dell'Adriatico. Infatti esisteva già un villaggio marino lungo la foce del fiume Aterno, nel II secolo a.C, chiamato Ostia Aterni. Nei secoli successivi, l'importanza della posizione strategica di Pescara ha sempre connotato lo sviluppo della sua vita economica e socialeGb un , prima limitata alla funzione di baluardo di difesa militare e poi, dalla seconda metà del XIX secolo, caratterizzata da una fiorente attitudine al commercio e di località di villeggiatura. Il nuovo borgo di Portanuova fu costruito nel XVI secolo attorno alla fortezza borbonica voluta da Carlo V, mentre presso la foce sorgeva il borgo di pescatori di Borgata Marina. Nel XIX secolo Pescara Porta e il comune di Castellammare Adriatico, presso la foce, erano due centri a parte, dipendenti da Teramo, e in rivalità, nonché minacciati dal colera per le aree malsane circostanti. Con l'interessamento di Gabriele D'Annunzio e Benito Mussolini nel 1927 fu costituito il comune di Pescara con l'unione dei due centri, diventando inoltre capoluogo dell'omonima provincia. Dopo i bombardamenti del 1943, Pescara seppe rialzarsi dalla catastrofe, ponendosi come nuovo centro moderno regionale, favorendo inoltre di un notevole sviluppo economico - industriale - turistico per la felice posizione a mare.

Ivano Fossati - Italiani d'Argentina


Dopo la #beffa della liberazione, i Savoiardi Massoni volevano tracimare tutti i cittadini del sud verso il Madagascar. Dimentichiamo, spesso, che esiste una nazione intera i cui componenti sono al 50% di origine italiana.
Sono gli Italiani d'Argentina.

giovedì 22 giugno 2017

Come eravamo; 4 amici al bar.

Come eravamo; 4 amici al bar.
Si ritrovarono, una sera, per festeggiare il compleanno di uno di loro.
#Tritamarrocche, da sempre, aveva sognato di fare l'impiegato del Catasto. - Mi pagano pure per non fare un cazzo, affermava. Ma, la vita, era stata avara con lei. Niente posto fisso; viveva di espedienti. -#Ciatteo era nato a Caprara, in provincia di Spoltore; il suo motto di vita era:- fare il meno possibile. E, di fatto, non aveva mai lavorato in vita sua. Viveva a carico della mamma ultracentenaria. - Dario Tajacitroni era nato a Bisenti. E, come il suo grande #antenato Ponzio Pilato, si era lavato sempre le mani. Dalla vita. #Venanzio, invece, si era fatto un culo come una callara per tutta la vita. E, la vita, l'aveva fregato alla grande. Quando mai l'onestà è stato un valore, gli disse il Capo in un giorno di pioggia. Al terzo bicchiere di birra, vennero a galla tutti i ricordi di un tempo che non poteva tornare.
E che non tornerà. Mai.
G.R.


mercoledì 21 giugno 2017

Mica sono Jo Condor?


Mica sono Jo Condor?
#Pescara-Grottammare: 100 km = 3 ore di A14 e 6 ore tramite S.S. 16.
La S.S. 16 è percorsa, a ritmi da processione, da una sconfinata marea di idioti suvvizzati a rate. Con tante trappole e trabocchetti installati dai Comuni che fanno cassa contando sull'idiozia di gente inetta e parassita. 6 ore esatte per fare 100 kilometri.
@
Per la A14 è ancora peggio; da oltre 5 anni, nel tratto Pescara Ovest - Pineto, si transita a corsie alterne per lavori del tutto inutili e oziosi. Invece di dare precedenza al servizio, far scorrere il traffico più velocemente possibile, si studia come fare esattamente il contrario. Dopo svariati kilometri di fila incontri UN #operaio che vernicia i N.Y. oppure un immigrato che taglia un ramo di sterpaglia.
Per non parlare delle gallerie; sempre a togliere e rimettere lampade a led made in China che illuminano come le lampade votive dei cimiteri.
Tre ore per percorrere 100 km a pagamento.
ANDATE A RACCOGLIERE LE MARROCCHE.
G.R.

Quando morirò andrò in Paradiso perché il mio Inferno l'ho già vissuto

#Quando morirò andrò in Paradiso perché il mio Inferno l'ho già vissuto.
G.R.
La poesia è un sogno misterioso e affascinante che inonda di fiori e di profumi tutte le ore della nostra travagliata esistenza. Non vi è nulla di più libero, di più tradizionalmente indipendente, di più intensamente vissuto e sofferto come la poesia. Essa scaturisce dal profondo dell'Io con una forza dirompente che ogni cosa travolge e modifica.
Il poeta, in genere, è sempre proteso a scoprire " nuovi profumi ", a rischiarare opachi orizzonti.
Dario Lauterio - Un colpo alla porta - 1986.


lunedì 19 giugno 2017

La Rete social è finita.

La Rete social è finita.
Volevano dare la libertà di esprimersi a tutti; senza nessuna condizione di sicurezza. Il risultato è che la rete è diventata un covo di desperados e di gente inesistente. La Rete è finita. Del tutto.
Cancellarsi non basta più.
 Occorre che O' Sistema faccia un #reset totale.
G.R.
 


sabato 17 giugno 2017

Coldplay - Hypnotised (Official Lyric Video)



#Fingiamo di stare bene insieme; di essere amici per la pelle. I nostri pregiudizi, e l'ipocrisia che ci avvolge, ci costringono a sorridere anche quando vorremmo piangere e dire, finalmente, la verità.
A volte, ci sovviene la musica. Per farci continuare a sognare.
G.R.

#Panem et #circences

#Panem et #circences.
Pericle, Eraclito e Nerone avevano compreso bene l'animo umano. E, ognuno di essi, a modo loro, hanno sfruttato questa conoscenza. Tant'è che ancora oggi li ricordiamo. Nel bene e nel male; soprattutto.
Detto questo con c'è da stupirsi se le masse sembrano capre impazzite e incapaci di riflettere. Distratte da una disinformazione continuata e aggravata, sempre più tese a vivere per consumare, sono completamente nelle mani dei Grandi Fratelli. Affari, solo affari.
Azzerati tutti i valori fondanti di una Comunità, resta la visione tragica dell'uomo alla perenna ricerca di un benessere effimero e inutile.
G.R.


venerdì 16 giugno 2017

#suburra#social#network

#suburra#social#network
Entri in un social e torni indietro di duemila anni; ti senti un romano appena entrato al Circo Massimo con le fiere assetate di sangue e la gentaglia che gode del dolore altrui. Ho perso, in due giorni, un'amica carissima e un amico di sempre. Hanno cancellato un #gruppo storico e snaturato il senso stesso dello stare insieme. Niente. Un silenzio assordante che la dice lunga su questa plebe canaglia sempre alla ricerca di banchetti luculliani e immagini truculenti.
Da 1%percento ( gente da salvare ) siamo passati a #3permille.
Ogni mille persone...ne puoi salvare solo tre.
E siamo appena all'inizio.
Della fine.
G.R.

giovedì 15 giugno 2017

I NUOVI MISERABILI


I NUOVI MISERABILI.
Se, con le nuove povertà, l'invidia si respira con l'aria, sorge spontanea una domanda: - da dove arriva tutta questa miseria mentale?
Intorno a noi, web compreso, troviamo una nutrita colonia di nuovi inetti miserabili, una squadriglia di Cabrones sempre pronti a sparare a zero e una indecente, quanto pusillanime umanità, che si trincera dietro i comodi paraventi dell'ignavia e dell'indifferenza. Al non poterci fidare più di nessuno, dobbiamo aggiungere una recidiva presenza di " mentitori seriali ".
G.R.

mercoledì 14 giugno 2017

Edito giugno 2017

Edito giugno 2017.
In un mondo desertificato da ogni valore, quello di cui abbiamo maggiore bisogno è l'avere a che fare con persone #affidabili. Purtroppo, anche grazie al web, siamo circondati da #Chiachill' e #Chiachilloni.
 La cui affidabilità è pari, o uguale, a zero.
G.R.


martedì 13 giugno 2017

Naufraghi senza meta.

#5stelle#Naufraghi senza meta.
Quando lo conobbi mi dette l'impressione che più che il Potere amasse la catastrofe, per la quale madre natura lo aveva confezionato. Con un volto che il Carducci avrebbe chiamato " piovorno ".
Beppe, il Grillo parlante, così sempre mi apparve non riuscendo mai a comprendere in cosa consistesse ( veramente ) il suo pensiero politico.
Ma non credo che sia la cosa, di Lui, più importante.